Iscriviti alla newsletter

Contenuti Strategici e Google Panda: una fiaba Digital di Qualità

qualità-contenuti-batte-panda-google

Contenuti state allerta, con il Panda non si scherza! Per sfruttare la visibilità organica dei motori di ricerca e creare valore c’è un solo modo e riguarda i contenuti.

Google Panda è un algoritmo, una sorta di filtro  finalizzato a “ripulire” i piani alti delle SERP (Search Engine Results Page) e rendere impossibile l’accesso alle migliori posizioni sui motori di ricerca per siti che propongono content di bassa qualità.

L’avvento del Panda risale al 2011, un “secolo” fa  nell’ambiente digital. Anni in cui espressioni come “content is king” erano agli albori, o quasi. Fu così che alcuni domini, anche importanti, subirono un passo falso: una sola pagina con contenuti duplicati, ridondanti, di scarso valore per l’utente e il sito veniva declassato.

Lultimo aggiornamento dell’algoritmo è datato 2015 con la versione 4.2, ma il concetto di fondo non cambia: il content è importante e ogni pagina del proprio sito web deve essere concepita e curata nei dettagli.  Che si tratti di un piccolo blog o dello spazio digitale di una grande multinazionale.

Per prevenire l’intervento perentorio della “barriera con le occhiaie” bastano alcune semplici raccomandazioni. In sintesi:

  • individuare e fermare l’indicizzazione dei propri contenuti più deboli;
  • produrre contenuti originali, con attenzione rispetto alle logiche del SEO copywriting;
  • ottimizzare l’esperienza di lettura degli utenti, limitando ad esempio la pubblicità;
  • conoscere e rispettare le regole SEO anche in fase di post-produzione.

Il valore di contenuti di alto livello non si esaurisce di certo nel contrastare un algoritmo, ma è cruciale e presenta diversi vantaggi sotto molti aspetti. Vediamone alcuni.

Brand Identity e Brand Image: la base per Contenuti Strategici

Le parole contano. Anche i video, le immagini, i link alle fonti. E molto altro ancora.

Insomma, dedicare del tempo a immaginare e definire la propria marca o l’insegna della propria attività come una persona inserita in un certo contesto – con un aspetto, un carattere, una personalità, un modo di fare e di parlare -sono una premessa estremamente importante, spesso necessaria.

Questa pratica non è un puro esercizio mentale: serve invece individuare determinati attributi fondamentali – come lo stile, il linguaggio e altri elementi di forma – per sviluppare articoli web, post su Facebook e qualunque altro contenuto o iniziativa di comunicazione in maniera accattivante.

In ambito digital come per la comunicazione offline, l’originalità, la pertinenza con il proprio business (mondo di riferimento) e la costanza nel tempo premiano sempre. Questo è l’unico modo per costruire storie credibili, avere un’immagine percepita dal proprio pubblico veramente coerente con la propria identità, ottenere risultati reali.

Brand, notorietà e Autorità: Massima Visibilità per Contenuti di Qualità

Come sempre, una bella idea senza progettualità resta soltanto una bella idea. Ecco che nel determinare la qualità dei contenuti e la loro capacità di generare risultati entrano in gioco altri due fattori.

Sono la competenza e la pianificazione.

La competenza è il classico e mai sbiadito concetto di “know-how”. Non bastano le poche righe di questo articolo per descrivere tutte le capacità tecniche necessarie, e da ricercare nelle professionalità di settore, per creare contenuti d’impatto. E il punto non è solo questo: è altrettanto importante veicolarli al meglio, in modo tale che possano sprigionare tutto il proprio valore.

Poi c’è la pianificazione. “Poi” non perché sia un tema meno rilevante, ma perché semplicemente è il passaggio successivo. Ho un’identità forte, so esprimermi nel migliore dei modi:  è il momento di capire a cosa dare visibilità, importante tanto quanto lo sono il dove e il quando.

Quindi, restando sul web, è fondamentale conoscere come ragionano i motori di ricerca, cosa fa online il pubblico di riferimento e quali sono le leve per raggiungerlo al meglio.

E’ importante per scegliere i concetti e come organizzarli nei paragrafi, quali parole chiave evidenziare, dove inserire eventuali link esterni e che cosa comporta aggiungerli agli occhi di Google, dove posizionarsi per supportare il proprio messaggio con investimenti pubblicitari efficienti.

Digital content di qualità sono quindi una premessa importante per poter incrementare, passo dopo passo, la notorietà di qualunque attività di business.

 

New Business e Vendite: i Contenuti Digital sono Strategici anche per il cassetto

Per gli esperti di marketing, passare con un salto dalla notorietà di un brand ai numeri di fatturato può suonare quasi come un sacrilegio. Il tutto però risulta estremamente coerente se si pensa al valore che contenuti ben pensati e realizzati esprimono lungo tutto il processo decisionale.

Ti è mai capitato di leggere un bell’articolo e condividerlo? D’imbatterti in un post tanto credibile e affine con il suo mittente da decidere d’interagirvi, ad esempio con un commento? Di notare che un’azienda ha acquisito molti fan e un sacco di recensioni? Di aprire una DEM grazie al suo oggetto interessante e poi, magari, entrare nel carrello di quello stesso e-commerce per acquistare qualcosa?

Siti e newsletter, video e pubblicità social: i contenuti contano e sono determinanti in ogni passaggio che porta fino all’acquisto di prodotto, dal ricordo di un’azienda o brand fino alla decisione di lasciare una recensione post acquisto.

Conclusioni: …e vissero Digital e Content(i)

Proporre alla propria audience contenuti di qualità è fondamentale.

Lo hanno dimostrato e lo dimostrano ogni giorno sul web realtà di ogni tipo: dal personal branding di alcuni utenti instagram spinto al punto da diventare un lavoro (c.d. “instagrammer”), fino alle attività emergenti in un determinato mercato come ad esempio la realtà di Airbnb oggi nel mercato Italia. Per arrivare a colossi come Cisco o American Express.

Ci sono tanti vantaggi e aspetti positivi delle opportunità offerte dal content marketing online. In sintesi:

  • possibilità di impegnare budget anche limitati;
  • gestire il proprio investimento nella produzione e diffusione di contenuti con efficienza;
  • collegato al precedente, monitorare costantemente i risultati per riallocare risorse dove serve;
  • visibilità potenziale molto più alta sul web, rispetto al caratteristico passaparola offline.

Anche per gli e-commerce è importante prestare attenzione a non generare duplicati-cloni: evitare ad esempio di associare a prodotti diversi descrizioni uniformi, asettiche.

Insomma, abbiamo parlato dei contenuti di qualità, del perché sono importanti, di come produrne di efficaci e di valore. Speriamo i nostri spunti siano stati tutti utili, ma ricordate almeno questo: il Panda è sempre all’erta, non volete vi faccia un occhio nero…?!

By Stefano Caironi

Consulente di Strategia e Creatività di Comunicazione, Copywriter. Mi occupo di Branding e Storytelling, Digital e Social Media, Marketing. Appassionato di pubblicità, musica e cavalli.

Shares