Iscriviti alla newsletter

Monitorare i Sottodomini con un solo Account Google Analytics

Monitorare i Sottodomini con un Account Google Analytics è un’operazione relativamente semplice che necessita però di qualche accorgimento specifico e di una conoscenza approfondita di alcune funzionalità dell’account Google Analytics.

Vi è mai capitato di dover monitorare e tracciare un sottodominio o subdomain di un sito web con Google Analytics? Per esempio:

  • www.dominio.it
  • uno.dominio.it
  • due.dominio.it

Prima che Google Universal Analytics arrivasse, l’unico modo era di modificare il _setDomainName all’interno del codice così da poterlo adattare sia al dominio principale che ad uno o più sottodomini. La procedura corretta in tal caso era quella indicata, per esempio, nelle best practices di GoAnalytics.info.

L’arrivo di Universal Analytics ha notevolmente semplificato il lavoro. E’ infatti sufficiente utilizzare il medesimo codice di monitoraggio Analytics in tutte le pagine del dominio principale e del sottodominio, con l’unica accortezza di andare a dividerle poi nella relativa vista all’interno dell’account, così da poterle discriminare correttamente. Per fare questo, dopo aver impostato i codici di monitoraggio nel dominio principale e nei sotto-domini che volete monitorare, non dovere fare altro che creare un Filtro Google Analtycs.

Creazione di un Filtro per Sotto-Domimni Google Analyitics

Per prima cosa, accediamo all’account Google Analytics e andiamo alla sezione Amministrazione:

Amministrazione Analytics

Successivamente dopo aver selezionato la vista relativa all’account che vogliamo filtrare, andiamo alla sezione filtri:

Vista Google Analytics

Da qui accediamo a Filtri e creiamo un Nuovo Filtro:

Filtro-Sottodomini-Analytics

Quelle che vedete qui sopra sono le configurazioni corrette per monitorare i sotto-domini con un solo account Google Analytics. Sostanzialmente il filtro effettua le seguenti operazioni:

  1. Legge il nome dell’host per ogni utente che accede ad un dominio o ad un sottodominio
  2. Legge la URI (quello che sta dopo il nome dominio o sottodominio) di ogni pagina visitata
  3. Riscrive il dato di accesso componendolo con nome host+URI Pagina

Il risultato è che nell’account vedrete da questo momento in poi non più solo la URI della pagina richiesta senza poter quindi capire a quale dominio o sottodominio si riferisce, ma vedrete direttamente l’indirizzo completo assoluta della pagina visitata con relativo dominio o sottodominio.
In alcuni casi potrebbe essere necessario effettuare un’altra operazione, nel caso scrivetemi e sarò lieto di aiutarvi!

By Cepar Digital AgencyCepar Digital Agency on FacebookCepar Digital Agency on Google+Cepar Digital Agency on Twitter

Digital Media Agency: Consulenza Web Marketing Professionale e Strategia di Marketing Digitale su Misura!

  • Grazie Andrea per questa guida,
    sono ore che cerco di saltarci fuori nel monitorare i sottodomini.

    Ho seguito le tue istruzioni, però c’è qualcosa che forse sbaglio. Come vanno impostati questi due campi?
    (vanno personalizzati rispetto alla tua immagine giusto?)
    – nome host
    – uri della richiesta

    Nel mio caso specifico ho un sito con l’URL così:
    http://www.dettoChiaramente.it
    e volevo monitorare dei sottodomini, che saranno tipo:
    http://www.nomesottodomini.dettochiaramente.it

    E volevo poter calcolare:
    – le visite del sito+sottodomini (=visione complessiva)
    – le visite del sito principale
    (www.dettoChiaramente.it)
    – le visite di ogni singolo sottodominio
    (www.__.dettoChiaramente.it)

    Penso che l’errore che mi dà sia nell’impostare nome host e
    uri della richiesta. Quale parte dell’URL va messa?

    Grazie mille.
    Chiara

  • Alessandro Brigato

    Ciao, vorrei avere maggiori dettagli su questa procedura, dove posso scriverti?

  • max

    Ciao Andrea,
    Mi pare di capire che anche se il sito principale ha un ID UA-xxxxxx-1 e il mio sottodominio ha ID UA-xxxxxx-2, al momento di inserire il codice di monitoraggio devo utilizzare su entrambi i domini il medesimo ID UA-xxxxxx-1. E’ così?

    Grazie
    Max

Shares