Iscriviti alla newsletter

Come promuovere una pagina Facebook: 6 tecniche da sviluppare

Non è facile scegliere come promuovere una pagina Facebook. Non è  un ritornello da ripetere ai clienti che cercano spiegazioni: fare pubblicità per una Fan page vuol dire emergere dalla massa. E soprattutto contrastare una costante diminuzione della visibilità organica.

Vale a dire lo spazio che Mark Zuckerberg dà ai post che pubblichi sulle pagine Facebook senza alcuna sponsorizzazione. Molte aziende credono di trovare la soluzione a tutti i mali con il social media marketing, e di poter pescare in un mare ricco senza investire un soldo.

Questo è un punto che devo mettere subito in evidenza: non funziona così. Come promuovere una pagina Facebook? In primo luogo mettendo sul tavolo le giusta quantità di risorse – tempo e denaro – per fare in modo che i professionisti del settore possano lavorare senza sbavature. Poi subentra un altro fattore: la tecnica.

Devi capire come dare spazio alla tua Fan Page, come diffondere e far conoscere la propria pagina Facebook in un universo già congestionato. La strada c’è e può essere individuata con un minimo di attenzione. Qualche consiglio? Ecco 6 tecniche da sviluppare per avere risultati concreti da mettere sul tavolo del cliente. E portare traffico al tuo operato.

Da leggere: nuovo algoritmo Facebook: meno visibilità per le Pagine?

Sponsorizzare pagina Facebook

Sono costretto a iniziare dal metodo più banale ma, al tempo stesso, più efficace per fare pubblicità a una pagina Facebook. Vale a dire la semplice sponsorizzazione ufficiale messa a disposizione dalla piattaforma. Lo ha detto Mark Zuckerberg al congresso americano: “We run ads”, guadagniamo vendendo visibilità a chi vuole investire.

E le aziende devono prendere coscienza di questo punto se vogliono avere più fan e traffico sulle pagine aziendali. L’aspetto positivo è che puoi decidere che tipo di sponsorizzazione mettere in pratica e quali risultati ottenere. Puoi spingere verso la lead generation, la vendita di beni e servizi, il coinvolgimento e l’engagement del post pubblicato sul blog.

Tutti i prodotti offerti a chi vuole fare pubblicità su Facebook sono riassunti nella pagina ufficiale e il primo step per promuovere una pagina è questo, d’altro canto è la soluzione ideale per chi ha aperto una pagina da poco tempo e vuole portare subito contatti profilati.

Social media marketing offline

Una direzione perfetta per chi ha punti vendita, ma non solo. Stampa l’icona di Facebook con il nome utente ovunque, sui menu se hai un ristorante o sugli adesivi da mostrare in vetrina. E se partecipi a un evento di settore non dimenticare di evidenziare la tua presenza sulle slide. Il mondo non è solo sul web, le persone creano un incrocio tra realtà e digitale.

Usa la leva del sito o del blog

In particolar modo del blog, sempre più dinamico e proteso verso la creazione di nuovi contenuti. I quali si condividono e si posizionano su Google, intercettando nuove persone e creando occasioni virtuose per intercettare potenziali fan che ancora non ti conoscono. Condizione essenziale: metti un’icona nell’header, nella sidebar o nel footer (chiaro, meglio la prima opzione) per mostrare la tua presenza su questa piattaforma.

come fare promozione della pagina facebook
Il box della pagina Facebook da inserire nel sito.

Oppure, meglio ancora, un box ufficiale. Parlo del classico plug-in di incorporazione pagina Facebook nel codice del tuo blog o sito web. L’elemento interessante è la presenza del numero per mostrare la quantità dei fan, elemento persuasivo di riprova sociale che funziona bene quando le cifre sono degne di una certa attenzione.

Puoi attivare questo elemento all’indirizzo developers.facebook.com ma ricorda di verificare il tempi di caricamento delle pagine dopo aver montato questo box. A volte codice extra dei social e rapidità di upload non vanno d’accordo. E tu non puoi permetterlo.

Crea un calendario editoriale

Questo è il passo strategico (a mio avviso) più importante per promuovere una pagina Facebook al netto della pubblicità a pagamento. Avere un calendario editoriale ben strutturato, capace di indicare cosa verrà pubblicato e per quale motivo, significa alimentare la risorsa in questione con contenuti virtuosi. Perché comprende:

  • Target di riferimento (a chi comunico).
  • Obiettivi da raggiungere.
  • Strategie legate ai contenuti.
  • Dati da osservare e analizzare.
  • Azioni da intraprendere.

Tutto questo viene travasato nel lavoro quotidiano. Che comprende ritmo di pubblicazione, equilibrio tra i vari argomenti, studio della concorrenza e ascolto del pubblico. Quest’ultimo passaggio lo ritengo fondamentale. Per aumentare i like, i commenti e le condivisioni devi dare alle persone ciò che vogliono, devi capire cosa cercano gli individui dalla tua risorsa.

Tutto questo senza perdere mai di vista la base: tutte le metriche di questo mondo non ti porteranno verso i risultati se non sono funzionali. Promuovere una pagina Facebook diventa sterile esercizio di stile se alla base non c’è un obiettivo da perseguire. E il calendario editoriale, nato da una pianificazione strategica, ti aiuta proprio a fare questo.

Punta molto (non tutto) sui video

I video funzionano, questo è chiaro. Se c’è un formato che Facebook premia dal punto di vista del content marketing è proprio la combinazione dinamica di immagini e suoni caricata sulla Fan page. Questo porta ad avere buoni risultati, a creare interesse intorno ai tuoi contenuti. Ecco cosa suggerisce Shareablee.com:  “That’s the most of any content type, though recorded video also performed far better than the average post.”

Promuovere una pagina Facebook
I video performano sempre meglio rispetto ad altri tipi di post.

Questo significa che devi buttarti a capofitto nel mondo dei video? Dipende, in questo caso ci vuole tecnica e organizzazione rispetto agli obiettivi. Soprattutto devi conoscere le basi della buona attività su Facebook: carica i contenuti sulla piattaforma nativa (niente YouTube, per intenderci) lavora soprattutto su clip brevi e che siano fruibili senz’audio. Insomma, pensa sempre alla prospettiva e alla fruizione mobile.

Punta sull’interazione della pagina

Questo è uno dei modi migliori per fare pubblicità alla tua pagina Facebook: interagire con il pubblico. Ma non solo dentro la pagina dove è più che normale, anzi dovrebbe essere un’azione spontanea rispondere ai commenti e ringraziare le persone che condividono i tuoi contenuti. Cerca di andare oltre, ad esempio menzionando sempre la Fan Page nei post dei profili personali, così puoi interagire nei commenti con la Fan Page.

Allo stesso modo puoi creare un gruppo Facebook e collegarlo alla Fan Page. Così ogni interazione farà capo alla tua risorsa ufficiale. E potrai spingere il nome del tuo brand una volta in più, ma proponendo un valore: il confronto virtuoso con il pubblico. In fin dei conti i social non servono a questo? Credo proprio di sì.

Per approfondire: Instagram lancia la funzione shopping

Come promuovere una pagina Facebook secondo te?

La mia ricetta è semplice: buoni contenuti, interazione, rapporti umani e sponsorizzazione. Niente trucchi, niente spam o inviti fraudolenti nelle chat degli amici per ottenere like senza senso. Ricorda questo: la promozione non si lega alla quantità ma alla qualità dei contatti che decidono di seguire le tue pubblicazioni. Meglio avere pochi nomi affiatati e partecipi che grandi numeri di fan-zombie che non reagiscono alle tue pubblicazioni. Sei d’accordo? Ti aspetto nei commenti per parlare di tutto questo e altro ancora.

By Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, copywriter e webwriter freelance. Si occupa della scrittura di articoli per blog, articoli per quotidiani online, testi per pagine web, landing page e newsletter.

Shares